Thursday, 1 December 2011

Camillo Langone e la natalità: De Gobineau spiegato ai Padani

http://femminismo-a-sud.noblogs.org/post/2011/11/30/del-fare-figli-italici-e-della-pulizia-etnica/



Abbiamo un mito fondativo noi Italiani, che questo è un paese dove avere un partito di destra normale è impossibile. Le altre nazioni occidentali hanno una loro destra istituzionale, che generalmente è liberal, liberista, anti tasse, pro-privatizzazione etc etc.
Per carità, anche loro hanno le loro nicchie di ‘destra farneticante’, generalmente xenofobe, a volte nostalgiche dei fascismi passati. Però è importante notare come, tradizionalmente, questi due modi di essere di destra si integrino con difficoltà all’interno di un’unica formazione politica e la destra farneticante sia spesso percepita come dotata di minore legittimazione a partecipare nella vita democratica del paese.

O magari è un processo inevitabile, così come il Tea Party sta infiltrando dall’interno il Partito Repubblicano statunitense, è destino che le destre liberal del mondo abbraccino questi loro impresentabili parenti. Se è così, allora noi in Italia siamo all’avanguardia, perché quanto a destra farneticante non ci siamo mai fatti mancare nessuno: ex manganellatori nostalgici, golpisti adoratori del dio Ra, secessionisti Padani che discettano di purezza della razza seduti sotto al perlinato mentre ai loro piedi i figli, il risultato di secoli di pratiche endogamiche, infilano le dita nelle prese elettriche e si allontanano confusi trascinando in terra le nocche.

Queste erano le cose che andavo meditando mentre leggevo l’articolo di Camillo Langone apparso ieri su Libero, che mi è stato girato via email da almeno 10 persone ed impazza su tutti i social-networks - che amici deliziosi che ho.

Lo conoscete già tutti, ma questa è la sintesi: Volete meno immigrati? dobbiamo fare più figli, io (Langone) che sono un sociologo della madonna e ho fatto rigorosi studi comparati in materia ho concluso che dobbiamo limitare l’accesso femminile all’istruzione. Si! Laddove i livelli di scolarizzazione femminile sono bassi, la natalità è alle stelle. Batti il cinque, fratè, you'll thank me later.

Poi, siccome ci sono i mali di stagione e ho letto questo articolo sotto l’effetto di 8 compresse da 250 mg di Penicillina al giorno, sono ricaduta sul cuscino e la mia mente a cominciato a divagare. Ma chi è questo Langone? Ma chi sarà, ma chi non sarà...sono anche andata a controllare sul suo sito personale,  per inquadrare meglio questo affascinante personaggio.

Ho appreso che egli è l’autore di un gran numero di pregevoli pubblicazioni, sull’autarchia gastronomica, sul catechismo e persino un ‘un piccolo classico della letteratura erotica italiana" che io immagino essere una specie di Pigmalione distopico in cui un sadico diseducatore si è preso in casa una giovane afflitta da una preoccupante propensione agli studi e ora la tiene prigioniera, ingravidandola brutalmente ogni volta che la sventurata azzecca per distrazione un congiuntivo.

Peccato che le note biografiche sul sito siano così scarne, perché quello che io volevo veramente sapere era ‘Ma Langone ce l’ha una figlia?’

Secondo me, qualcuno dovrebbe pur prendersi la briga di andare a verificare se il Signor Langone è coerente con i suoi ideali. Se ha una figlia, voglio sperare che ella sia tenuta segregata in una speciale camera piombata secondo il modello ‘Casa Fritzl’, a riparo da qualsiasi influenza corruttrice. Perché si sa, i bambini, se non sono figli di leghisti, tendenzialmente sono svegli, basta che vedono un po’ di televisione o gli dai in mano un Nintendo DS che quelli magari imparano qualcosa. E adesso che Langone ci ha illuminati non possiamo più ignorare il pericolo: ogni volta che la mente di una ragazzina elabora una nuova informazione, nel suo grembo migliaia di ovociti primari si spengono nel silenzio.
Voglio inoltre sperare che la piccina, raggiunta la pubertà sia subito data in sposa ad un gagliardo maschio italico, per massimizzare quanto possibile l’output produttivo dei giovani sposi.  Insomma, c'è un Italia da ripopolare! Ci sono gli italiani di domani da fare! Langone mi auguro vivamente che stia facendo la sua parte. Perchè si, chi di noi non sogna un'Italia così?





LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...